Da Verceia a Frasnedo

Accesso: Colico-->Verceia-->Baite di Piazzo
Dislivello: 690
Tempo: 4 ore

Partenza :: Baite di Piazzo (600 m)
Arrivo :: Frasnedo (1290 m)

Val_dei_ratti02Sembra già una giornata autunnale: piove e tira vento ma, prima delle dieci è sole e noi in marcia su per la Val dei Ratti. Appena parcheggiata l'auto, alla fine della carrozzabile, un sordo rumore di pietre che cadono ci mette in allarme.

E una slavina scende dall'altro versante della valle, centinaia di pietre dopo le piogge di questi giorni. Perplessi da quanto visto iniziamo a salire su per una bella mulattiera e dopo pochi tornanti incontriamo un pastore con la sua mandria di vacche ben pasciute dopo l'ingrasso estivo: la transumanza qui è ancora di moda e ora, alle porte dell'autunno, le bestie ritornano al caldo.
Val_dei_ratti06
Il paesaggio prima nascosto da boschi di castagni, si apre man mano che si sale e mostra il lago di Novate: niente male con il sole che lo fa rilucere. La salita mostra i segni della presenza umana: ovunque cartelli, baite, affreschi votivi: si incontra persino il vecchio binario del Tracciolino che porta fino in Val Codera.

Consigliato perchè è in gran parte pianeggiante e ci sono dei tunnel pittoreschi, soprattutto per i più piccoli. Noi puntiamo verso l'alto, anche se il tracciato del treno mi tenta e, dopo circa un'ora, siamo a Frasnedo.
L'alpeggio è ancora abitato: profumo di polenta fumante e stufe accese ne sono gli indizi. Le case sono orlate di dalie rosse e tageti, una lunga scala panoramica sulla valle conduce alla chiesa di San Rocco e Sant'Abbondio.


Val_dei_ratti07Dal sagrato si gode di una bella panoramica sulla baia di Piona e oltre. Lì ci fermiamo e inizia invece la passeggiata del piccolo, su e giù per il sagrato e poi, fin oltre il paesino, per la strada che porta al rifugio Volta.
Per seguire i suoi passi ci incamminiamo per un sentiero che, in principio, è molto ameno, immerso tra piante e pianeggiante. Alcuni tratti in discesa portano ad attraversare un paio di ruscelli.

Poi è di nuovo salita. Un cartello che dà il rifugio a più di tre ore di marcia mi scoraggia e ci fa tornare indietro, per la strada dell'andata.Val_dei_ratti09 Al ritorno notiamo, sulla parete di fronte, notiamo una miriade di cascatelle formatisi in seguito alle recenti piogge.

Val_dei_ratti12
L'acqua e l'umidità hanno portato allo scoperto anche le salamandre. Ne vediamo una, bellissima, con la pelle lucente, nera e maculata di giallo.


Procede al rallentatore, sembra un animale preistorico. Chissà se si è almeno accorta, nella sua cecità, del nostro passaggio...


 


Slideshow

imageimageimage

adsense